Riprogettazione di una configurazione elettrica di una stazione di miscelazione in un Area Ex

 
Flessibilità, sicurezza e semplicità di utilizzo: erano questi i requisiti fondamentali richiesti da un'azienda chimica alla ricerca di convertitori di temperatura da impiegare nell'ambito di un progetto di riprogettazione di una stazione di miscelazione. Oggi i convertitori di temperatura della stazione di miscelazione possono essere letti e configurati in modo sicuro, rapido e semplice in loco anziché tramite un PC remoto.

 

(Storia di un cliente anonimo di un impianto chimico).

 

Riprogettazione della configurazione elettrica di una stazione di miscelazione

Nel 2014 un membro della squadra addetta alla manutenzione dello stabilimento decise di riprogettare la configurazione elettrica di una stazione di miscelazione situata in un'area Ex. La stazione viene impiegata per la produzione e la simulazione di test e per scopi formativi.

 

L'obiettivo era di ideare una configurazione più flessibile aggiungendo funzioni di indicazione locale di facile lettura e di programmazione rapida ai convertitori di temperatura collegati ai sensori che monitorano le pompe e i miscelatori senza compromettere la precisione e la solidità del dispositivo.

 

Soluzione di facile installazione e programmazione

Per questa applicazione la squadra addetta alla manutenzione necessitava di un convertitore di temperatura che fosse facile da installare e programmare in loco; questa sfida è stata vinta utilizzando il display rimovibile PR 4501 che può essere inserito sulla parte anteriore del dispositivo.

 

L'installazione finale ha impiegato 25 convertitori PR 9113B montati su guida DIN e sulla linea di alimentazione e 25 display PR 4501 rimovibili. Il convertitore PR 9113B e il display hanno ricevuto le certificazioni SIL 2 e IEC 61508.

 

La soluzione è semplice, flessibile e sicura dato che i moduli possono essere installati o rimossi con facilità. Grazie al display montato sulla parte anteriore dei dispositivi, lo staff addetto alla manutenzione può leggere i dati del sensore, vedere se il sensore non sta funzionando in modo corretto, configurare i convertitori e molto altro.

 

 

I convertitori di temperatura/ma PR 9113B installati sulla destra.

 

Il progetto della nuova configurazione ha avuto successo permettendo l'installazione sicura in loco anziché utilizzando un PC remoto.

 

Applicazione:

 

 

Calibrazione facile e precisa:

Il convertitore temperatura/ma PR 9113B offre una calibrazione facile e precisa in loco grazie all'utilizzo del frontalino di programmazione 4501 senza l'impiego di calibratori esterni o PC.

Il dispositivo può essere calibrato in base al processo su 2 punti per adattarsi a un segnale di entrata definito. Viene applicato un segnale di entrata basso (non necessariamente dello 0%) e viene inserito il valore effettivo. Poi viene applicato un segnale alto (non necessariamente del 100%) e viene inserito il valore effettivo. Quando l'utente sceglie di utilizzare la calibrazione, il dispositivo funzionerà in base alle modifiche.

 

Se in un secondo tempo l'utente non desidera più utilizzare questa funzione del menu o sceglie un altro tipo di segnale di entrata il dispositivo adotterà la calibrazione di fabbrica.

 

L'utente può inoltre effettuare un backup della calibrazione utilizzando il PR 4590 ConfigMate che funziona da docking station per il frontalino di programmazione 4501 consentendo al frontalino di essere collegato a un PC e al software PR PReset. Una volta salvate su PC le impostazioni della calibrazione possono essere stampate.

 

 

 

Il menu di calibrazione del frontalino 4501.

 

Calibrazione più rapida con la nuova configurazione

Dopo l'installazione la squadra addetta alla manutenzione ha osservato che l'utilizzo dei display rimovibili 4501 ha permesso un notevole risparmio di tempo rispetto alla vecchia modalità di configurazione e calibrazione.

 

Hai trovato utili queste informazioni?

 

Dai una valutazione

(19 voti)