Distillazione sottovuoto

 
Controllo delle valvole

 

 

Come indicato dal nome, nella distillazione sottovuoto (nota anche con il nome di "distillazione a bassa temperatura") la colonna di distillazione si trova sotto vuoto, o molto al di sotto della pressione atmosferica di 760 millimetri di mercurio (mmHg). A basse pressioni, il punto di ebollizione dei residui dell'unità di distillazione atmosferica è abbastanza basso da permettere ai prodotti più leggeri di evaporare senza danneggiare o degradare il petrolio. La distillazione sotto vuoto produce diversi tipi di gasoli. Durante la fase successiva della raffinazione, questi gasoli vengono ulteriormente raffinati per ottenere prodotti come l'olio di ciclo leggero (un tipo di distillato), la benzina e la nafta.

 

La colonna del sottovuoto utilizza una serie di pompe che mantengono la temperatura a un livello coretto in certi punti lungo la torre in modo da ottenere il massimo rendimento. Le pompe vengono controllate da valvole solenoidi per evitare lo spreco di acqua quando il motore delle pompe non è in funzione.
Per azionare i solenoidi, il driver di allarme/solenoide PR 9203B rappresenta un'ottima soluzione. Il driver 9203B contiene tre barriere integrate I.S. che lo rendono adatto per l'utilizzo con diversi tipi di bobine. La configurazione e il monitoraggio del driver 9203 vengono effettuati attraverso il display rimovibile 4501 da cui è anche possibile selezionare la funzione diretta o inversa.

 

Applicazione:

 

 

 

 


 

> Visualizza una panoramica delle applicazioni per gli impianti di raffinazione del petrolio

 

> Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci.

 

Hai trovato utili queste informazioni?

 

Dai una valutazione